La PSB Srl, società con una vasta esperienza nella formazione professionale, nei tirocini, nell’apprendistato, nella sicurezza sul lavoro, nell’orientamento ha gestito nel primo bando di Garanzia Giovani l’inserimento di circa 10.000 Neet sul portale di Cliclavoro Campania di cui indicativamente 4.000 sono stati avviati al tirocinio.

In particolare, con riferimento alla misura 3A – Accompagnamento al lavoro ed alla misura 4.B – Apprendistato professionalizzante, la PSB Srl ha avviato con successo circa 500 giovani verso un’attività lavorativa, mentre le convenzioni attivate con gli enti pubblici campani sono oltre 180.

I destinatari del progetto sono:

  • Giovani Neet (Neither in Employment or in Education or Training) di età compresa tra i 15 e i 29 anni, non iscritti a scuola né all’Università, che non lavorano e non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale;
  • Giovani anche non Neet di età compresa tra i 15 a 34 anni che risultino ammessi alle operazioni finanziate con l’Asse 1 Bis del PAR Campania;
  • Giovani destinatari delineati nella scheda di Misura 1D. Essa prevede la costruzione di percorsi di inclusione sociale, e, più in generale, interventi di prevenzione e contrasto alla vulnerabilità giovanile a rischio devianza, anche a carattere sperimentale, nel Rione Sanità.

Le misure disponibili sono:

  • Accoglienza ed informazioni sul programma;
  • Orientamento base e specialistico;
  • Formazione mirata all’inserimento lavorativo;
  • Assunzione e Formazione;
  • Accompagnamento al lavoro;
  • Apprendistato;
  • Tirocinio extracurriculare;
  • Servizio civile;
  • Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità.

Accoglienza ed informazione sul programma Garanzia Giovani  

Per ogni utente sarà avviato un percorso di placement individuale caratterizzato da un’iniziale fase di accoglienza in cui presentare, in maniera chiara e diretta, le peculiarità del Progetto esplicitandone gli attori istituzionali coinvolti, i servizi offerti nonché i tempi di erogazione. L’obiettivo sarà quello di rendere esplicito il percorso da seguire e le azioni da intraprendere. 

Orientamento base e specialistico

Gli strumenti saranno scelti sulla base delle esigenze del singolo utente a seguito di un colloquio di orientamento individuale di primo livello ed un colloquio di orientamento individuale e collettivo di secondo livello, della durata complessiva massima di 6 ore (2 + 4) in cui verrà illustrato il Mercato del Lavoro locale, sottolineandone le potenzialità, e attuando, attraverso il bilancio delle competenze, azioni di assessment che possano mettere in luce le competenze già possedute dal lavoratore in quanto acquisite durante la propria carriera professionale. Il destinatario degli incontri verrà profilato in base a caratteristiche socio-anagrafiche specifiche.

Ulteriori 4 ore di orientamento specialistico saranno erogate a favore di soggetti deboli, NEET disoccupati da oltre 12 mesi ai sensi dell’art.19 del D.Lgs 150/2015 e s.m.i..

Formazione mirata all’inserimento lavorativo

Gli iscritti a Garanzia Giovani possono seguire anche dei percorsi formativi. Il programma prevede due tipi di corsi di formazione, così articolati:

– percorsi di formazione orientati all’inserimento lavorativo (corsi individuali o collettivi per imparare una professione, con durata tra 50 e 200 ore);

– corsi finalizzati al reinserimento nel sistema di istruzione, rivolti a chi ha un’età inferiore ai 19 anni ed è privo di qualifica o diploma.

Assunzione e Formazione

La finalità, è quella di consentire al giovane di acquisire quelle competenze che si accorge di non possedere, oppure che non vengono rilevate nella risorsa in questione da parte dell’azienda, al momento dell’assunzione.

Questo tipo di misura, si può attivare successivamente all’assunzione (sia a tempo determinato che indeterminato, ma non apprendistato). Con precisione entro 120 dall’assunzione oppure precedenti l’avvio dell’attività lavorativa purché sia formalizzata l’assunzione.

Accompagnamento al lavoro

L’obiettivo della misura è l’inserimento lavorativo, sostenendo il giovane nelle fasi di avvio e ingresso nel mondo del lavoro, attraverso:

  • Scouting delle opportunità;
  • Tutoring con definizione e gestione della tipologia di accompagnamento;
  • Matching rispetto alle caratteristiche e alle propensioni del giovane.

È previsto l’esonero contributivo per le assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato, effettuate negli anni 2018, 2019 e 2020, di giovani fino a trentacinque anni di età.

Per maggiori dettagli clicca qui

Apprendistato

Apprendistato per la qualifica e il diploma

Sostenere il conseguimento di un titolo di studio o qualifica con il contratto di apprendistato di I livello, sviluppando competenze richieste dal mercato del lavoro.

La procedura prevede la progettazione del Piano Formativo Individuale, Tutoraggio formativo individuale e l’erogazione della formazione da svolgersi all’interno dell’impresa. 

La durata del contratto di apprendistato è variabile in relazione al percorso di studi intrapreso.

Apprendistato di alta formazione e ricerca

Garantire ai giovani tra i 17 e i 29 una formazione coerente con le istanze delle imprese, conseguendo un titolo di studio in alta formazione o attività di ricerca e riconoscendo alle Università, agli Istituti Tecnici Superiori ed enti di ricerca, i costi della personalizzazione dell’offerta formativa e alle imprese della formazione interna. 

La durata del contratto di apprendistato è variabile in relazione al percorso di studi intrapreso.

Tirocinio extracurriculare di inserimento/reinserimento

L’azione mirerà a promuovere l’integrazione sociale in contesto lavorativo di persone che si trovano in uno stato di disoccupazione. Il progetto tenderà pertanto a fornire un’esperienza socializzante attraverso il tirocinio in un contesto lavorativo e promuoverà anche la capacità di relazionarsi reciprocamente degli utenti coinvolti nel progetto. 

Il tirocinio avrà la durata di 6 mesi, 12 mesi per gli utenti svantaggiati. 

Il tirocinante dovrà garantire il 70% delle ore di presenza al mese al fine dell’ottenimento dell’intera indennità. 

Ad ogni tirocinante sarà corrisposto un’indennità minima pari ad € 500,00 (cinquecento/00) per ogni mese di tirocinio. Il contributo mensile di € 300,00 o di € 500,00 finanziato dal PAR Campania in favore dei tirocinanti a parziale copertura dell’indennità di partecipazione, sarà erogato attraverso l’INPS in convenzione con la Regione Campania, con le medesime procedure già attuate nella prima fase. I restanti € 200,00 mensili spettanti al tirocinante dovranno essere erogati dal Soggetto Ospitante.

Nel caso in cui un tirocinio si trasformi in un contratto di lavoro con durata superiore a 6 mesi entro 30 giorni dalla fine del tirocinio con lo stesso soggetto presso il quale ha svolto il tirocinio, il soggetto ospitante potrà avere un incentivo economico.

Per maggiori dettagli clicca qui

Servizio civile

Assistere giovani fino ai 28 anni nell’inserimento lavorativo attraverso la conoscenza di specifici settori di intervento del servizio civile nazionale e regionale, quali assistenza alle persone, protezione civile, ambiente, beni culturali, educazione e promozione culturale.

La durata è di 12 mesi.

Parametri di costo: € 5.351,60 (433,8*12) + (90+46+10) su base annua per ogni volontario. Di cui:

433,80 € a titolo di assegno al volontario

90,00 € a titolo di rimborso per i costi di formazione

46,00 € per la copertura assicurativa

10,00 € a titolo di eventuale rimborso di viaggio

Sostegno all’autoimpiego e all’autoimprenditorialità

Favorire l’avvio di piccole iniziative imprenditoriali, promosse da giovani NEET, attraverso l’offerta di servizi mirati a promuovere la realizzazione di tali progetti; attraverso azioni di formazione e accompagnamento.

Modalità di attuazione

  • Percorsi mirati e consulenza specialistica
  • Formazione per il business plan
  • Assistenza per la stesura del business plan
  • Accompagnamento per l’accesso al credito e alla finanziabilità
  • Servizi a sostegno della costituzione di impresa

Tra gli strumenti finanziari disponibili c’è SELFIEmployment, il fondo gestito da Invitalia che finanzia, con prestiti a tasso zero di importo fino a 50.000 euro, l’avvio di impresa da parte dei NEET, secondo quanto previsto dall’apposito Avviso del Ministero del Lavoro.

Tirocinio extracurriculare di inserimento/reinserimento

Il Tirocinio non costituisce rapporto di lavoro tra il Soggetto Ospitante e il soggetto beneficiario. Esso ha l’obiettivo di permettere ai destinatari di misurarsi con una situazione lavorativa strutturata, al fine di maturare un’esperienza concreta e potenziare le proprie abilità personali e/o residue all’interno di “normali” contesti lavorativi.

L’azione mirerà a promuovere l’integrazione sociale in contesto lavorativo di persone che si trovano in uno stato di disoccupazione. Il progetto tenderà pertanto a fornire un’esperienza socializzante attraverso il tirocinio in un contesto lavorativo e promuoverà anche la capacità di relazionarsi reciprocamente degli utenti coinvolti nel progetto. 

L’attivazione dei tirocini e il loro svolgimento dovranno essere effettuati nel rispetto delle normative vigenti della Regione Campania, in particolare secondo il Regolamento Regionale n. 4 del 7 maggio 2018.

Il tirocinio avrà la durata di 6 mesi, 12 mesi per gli utenti svantaggiati (come definite al paragrafo 1, lett. e delle LL.GG. Tirocini di cui all’Accordo in sede di conferenza Stato Regioni del 25/05/17). 

Il tirocinante dovrà garantire il 70% delle ore di presenza al mese al fine dell’ottenimento dell’intera indennità. 

Ad ogni tirocinante sarà corrisposto un’indennità minima pari ad € 500,00 (cinquecento/00) per ogni mese di tirocinio. Il contributo mensile di € 300,00 o di € 500,00 finanziato dal PAR Campania in favore dei tirocinanti a parziale copertura dell’indennità di partecipazione, sarà erogato attraverso l’INPS in convenzione con la Regione Campania, con le medesime procedure già attuate nella prima fase. I restanti € 200,00 mensili spettanti al tirocinante dovranno essere erogati dal Soggetto Ospitante.

Il Soggetto Promotore è tenuto a predisporre il progetto formativo relativo al tirocinante, il registro delle presenze giornaliere e a stipulare la convenzione con il soggetto ospitante. 

La convenzione stipulata tra soggetto promotore e soggetto ospitante, disciplina gli obblighi che le parti si impegnano a rispettare previsti a loro carico dalle disposizioni normative nazionali e regionali vigenti in materia.

Il progetto formativo sarà messo a disposizione del soggetto ospitante e del tirocinante e dovrà riportare i seguenti dati relativi all’attività:

  • Dati anagrafici del soggetto promotore, ospitante e del tirocinante;
  • Sede di svolgimento, durata e orario;
  • Nominativo del tutor didattico indicato dal soggetto promotore e del tutor aziendale indicato dal soggetto ospitante;
  • Dati relativi alla copertura assicurativa;
  • Figura professionale oggetto del tirocinio;
  • Obiettivi e contenuti formativi del tirocinio; 
  • Obblighi del tirocinante e ammontare dell’indennità di frequenza.

Il soggetto ospitante nomina il tutor del tirocinante, scegliendolo tra i soggetti dotati di adeguate esperienze e competenze professionali, coerenti con l’attività del tirocinio prevista nel progetto formativo, per garantire il raggiungimento degli obiettivi formativi del tirocinio stesso. Oltre allo stesso datore di lavoro, il tutor può essere un suo lavoratore, purché la relativa data di scadenza del contratto sia posteriore alla data di fine del tirocinio, oppure un socio lavoratore. In caso di assenza prolungata del tutor, il soggetto ospitante è tenuto a individuare un sostituto dotato di requisiti analoghi a quelli del tutor sostituito.

Il soggetto ospitante è tenuto ad assicurare il tirocinante contro gli infortuni sul lavoro. La copertura assicurativa deve comprendere anche eventuali attività, rientranti nel progetto formativo individuale, svolte dal tirocinante al di fuori della sede di svolgimento del tirocinio. 

Il soggetto ospitante si occuperà anche della stipula e del pagamento della polizza assicurativa per la Responsabilità Civile. 

Infine il Soggetto Ospitante si impegna ad effettuare la Comunicazione Obbligatoria di Assunzione (UniLav) caricando la convenzione ed il progetto formativo firmato dalle parti.

Monitoraggio/tutoraggio dell’attività 

Il monitoraggio delle attività di tirocinio sarà svolto per verificarne il corretto svolgimento tramite il tutor didattico – organizzativo designato ed in collaborazione con il tutor aziendale, attraverso incontri in itinere e mediante la compilazione delle schede valutative. Alla conclusione dell’attività il tutor aziendale dovrà redigere una relazione finale circa l’andamento del tirocinio. Alla conclusione del percorso, il soggetto promotore rilascerà al tirocinante l’attestato di partecipazione secondo i format regionali.